English version Scrivici:   vlad@ordinedeldrago.it
Ciao, benvenuto nell'Ordine del Drago!


Vlad Dracula
  • Intro
  • Cronologia
  • Genealogia
  • Cronache
  • Galleria




  • 1431
    (2 Novembre) In Transilvania, a Sighisoara, nasce Vlad III, secondogenito del comandante delle guardie di frontiera Vlad II Dracul e della principessa ungherese Cneajna. Sarà soprannominato "Draculea", più comunemente "Dracula", vale a dire "figlio di Dracul".
    (Fine Novembre) Il fratellastro di Vlad II, Alexandru Aldea, si impossessa del potere spodestando il principe Dan II.

    1433
    Sigismondo I di Lussemburgo, re d'Ungheria, di Germania, dei Romani e di Boemia, viene nominato imperatore del Sacro Romano Impero, carica di fatto già assunta nel 1410.

    1436
    (Dicembre) Vlad II, con l'aiuto dei cognati Ilas e Bogdan di Moldavia e dell'imperatore, prende possesso del potere facendosi eleggere voivoda, spodestando il fratellastro Alexandru Aldea. La famiglia del principe si trasferisce da Sighisoara a Tirgoviste.

    1437
    Muore l'imperatore Sigismondo, gli succede sul trono imperiale Alberto V d'Asburgo con il nome di Alberto II.
    (20 Gennaio) Dracula viene menzionato per la prima volta in un documento romeno.

    1438
    Vlad II Dracul, costretto dall'inarrestabile avanzata turca, che ha già travolto le confinanti Serbia e Bulgaria, tradisce il giuramento di fedeltà fatto al Sacro Romano Impero alleandosi con il sultano turco Murad II. Scortato dal figlio maggiore Mircea, accompagna l'esercito ottomano in un'incursione armata in Transilvania.

    1440
    Iancu de Hunedoara, potentissimo nobile transilvano, viene nominato governatore di Transilvania dal nuovo re d'Ungheria Ladislao. A Iancu viene affidato il compito di riportare Vlad II alla fedeltà imperiale. Intanto il re d'Ungheria trama per spodestare Dracul a favore del più fedele Basarab II della dinastia Danesti.

    1442
    L'esercito turco invade la Transilvania passando dalla Valacchia, che però questa volta rimane astutamente neutrale. Dracul, infatti, venuto a conoscenza dei trattati segreti fra il re d'Ungheria e Iancu per insediare sul trono Basarab II, decide di non prendere posizioni militari: qualunque esercito sarà vincitore, turco o ungherese, lui non si sarà macchiato di tradimento.
    (Agosto) Iancu, dopo aver sconfitto l'esercito ottomano a Sibiu, decide di punire Dracul reo di non aver tentato di arrestare l'avanzata turca: Basarab II viene eletto voivoda di Valacchia.
    Dracul e la famiglia si rifugiano a Gallipoli, in Turchia, chiedendo asilo al sultano che li fa però imprigionare con l'accusa di tradimento per non aver appoggiato l'esercito turco durante la guerra contro gli ungheresi.

    1443
    Vlad III e il fratello Radu vengono lasciati in ostaggio dal padre in cambio di un aiuto armato per tornare sul trono valacco. Inizia così la lunga prigionia turca di Dracula, durante la quale il giovane e orgoglioso principe impara a odiare i turchi e i loro "barbari" costumi.
    Il fratello Radu, invece, entrato nelle simpatie del sultano Murad II, si avvicina con favore alla cultura turca da cui non prenderà mai più le distanze.
    (Autunno) Vlad Dracul, vincitore su Basarab II, torna sul trono valacco con l'aiuto dell'esercito turco.

    1444
    (Autunno) Papa Eugenio IV ordina una nuova Crociata e il governatore transilvano Iancu de Hunedoara obbliga Dracul a rispettare il giuramento fatto all'Ordine del Drago e quindi a garantirgli il suo appoggio militare. Ora Dracul si trova minacciato su due fronti: da una parte il Sacro Romano Impero, potenziato dalla volontà pontificia, dall'altro il potente sultano turco cui ha giurato fedeltà per tornare sul trono e al quale ha lasciato in ostaggio i due figli... Sceglierà di onorare il giuramento fatto all'Ordine del Drago e di unirsi all'esercito ungherese che verrà però duramente sconfitto a Varna.
    Dracula e Radu, ostaggi nella fortezza di Egrigoz, rischiano dunque la vita, ma Murad II, nonostante il tradimento di Dracul (che però non si è unito personalmente alle truppe imperiali), non li uccide, decidendo di rinchiudere il bel Radu nel proprio harem personale. Risale probabilmente a questo periodo la prima avventura sentimentale di Dracula: si innamora della concubina più giovane del sultano, che, accortosi del tradimento, la farà squartare davanti allo stesso Dracula che rimarrà del tutto indifferente al truce spettacolo. Durante la prigionia turca di Egrigoz Dracula apprende anche l'impiego del terrore e delle torture utilizzate dai soldati ottomani, prime fra tutte l'impalamento, tecnica quest'ultima che verrà preferita dal futuro principe tanto da costargli il soprannome di "Tepes", "impalatore" in rumeno.
    (Inverno) Mehmed II succede a Murad II sul trono dell'Impero Ottomano sostituendolo fino al 1446.

    1446
    Iancu de Hunedoara diventa governatore d'Ungheria come reggente per il piccolo principe Ladislao Postumo, succeduto a Ladislao V sul trono ungherese. Ora Iancu, praticamente signore indiscusso di Ungheria e Transilvania, decide di tornare sul campo della sconfitta di Varna e vendicarsi riconquistando la potente fortezza turca di Giurgiu con l'aiuto di Vlad II Dracul.
    I turchi, nuovamente condotti da Murad II, invadono la Grecia e Dracul si trova sempre più stretto nella potente morsa ottomana. Nonostante i tradimenti del 1444 e del 1445, Murad II richiama Dracul a un nuovo patto di fedeltà promettendogli di salvare la vita dei figli e soprattutto di rispettare l'indipendenza della Valacchia.

    1447
    (Novembre) Il transilvano Iancu decide di vendicarsi una volta per tutte del comportamento ambiguo di Dracul, che sa essersi nuovamente avvicinato alla causa turca, e invade la Valacchia.
    (Dicembre) Vlad II Dracul muore assassinato assieme al figlio Mircea per ordine di Iancu che concede la corona valacca a Vladislav II, ancora un discendente dei Danesti.
    Dracula e il fratello Radu, ormai divenuti inutili come ostaggi dopo la morte del padre, vengono condotti ad Adrianopoli.

    1448
    (19 Ottobre) I turchi vincono Iancu de Hunedoara e Vladislav II a Kossovo: ora tutti i Balcani sono sotto il loro dominio.
    Dracula, come promesso, viene aiutato dai turchi vittoriosi a tornare in Valacchia. Approfittando dell'assenza di Vladislav II, impegnato in battaglia al fianco di Iancu, Vlad III Dracula attraversa indisturbato il paese e si fa nominare voivoda dai pochi boiari non impegnati in battaglia.
    (Novembre) Il primo regno di Dracula è però destinato a durare solo due mesi, infatti viene spodestato da Vladislav II, tornato armato per riprendersi il trono. Vlad torna in Turchia, ad Adrianopoli. Vladislav II ha preferito dedicarsi alla riconquista del proprio trono piuttosto che salvare l'alleato Iancu caduto prigioniero dei serbi. La loro alleanza è irrimediabilmente compromessa e ciò tornerà a favore di Dracula.

    1450
    (Dicembre) Invece di restare in Turchia, Dracula si rifugia a Suceava, capitale della Moldavia, presso lo zio Bogdan II e il cugino Stefan III. In questo periodo Dracula continua la sua formazione scolastica presso i monaci bizantini. Dracula e Stefan si giurano fedeltà promettendo che, una volta saliti sui rispettivi troni, Moldavia e Valacchia saranno unite da reciproca alleanza.

    1451
    Bogdan II, padre di Stefan di Moldavia, viene assassinato e i due cugini sono costretti a scappare da Suceava e rifugiarsi in Transilvania chiedendo pietà a Iancu. Il governatore transilvano decide di non punire Dracula e di tenerlo come "principe di riserva" dal momento che il suo protetto, Vladislav II, si mostra troppo vicino alla causa turca.
    Iancu de Hunedoara prende Dracula, che sembra aver dimenticato l'assassinio del padre e del fratello, sotto la sua personale protezione facendolo partecipare alla vita di corte e alle battaglie da lui condotte. In questo periodo Dracula entra in contatto con gli esponenti più in vista della corte ungherese.
    Vlad III, che ora risiede a Sibiu, si sposa per la prima volta con una sconosciuta nobildonna transilvana.
    Iancu assegna a Dracula i ducati transilvani di Amlas e Fagaras, sottraendoli a Vladislav II definitivamente passato dalla parte dei turchi, e lo riconosce come pretendente ufficiale al trono di Valacchia.
    Mehmed II succede definitivamente al sultano Murad II.

    1452
    Stefan riprende possesso del trono essendo stato cacciato l'assassino di suo padre.

    1453
    (28 Maggio) Costantinopoli cade in mano turca: la Valacchia diventa così l'ultimo bastione sul confine tra il Sacro Romano Impero e quello Ottomano.

    1455
    Stefan deve nuovamente rifugiarsi in Transilvania, nel castello di Iancu a Hunedoara, a causa di una guerra scoppiata in Moldavia per la successione al trono.

    1456
    (20 Agosto) Dracula ottiene da Iancu il permesso di tornare in Valacchia per spodestare Vladislav II, che raggiunge e uccide. Vlad riprende così possesso delle sue terre, con capitale Tirgoviste, e dei suoi diritti di voivoda di Valacchia. Nel cielo gli astronomi di tutto il mondo scorgono una lunga scia luminosa che secoli dopo sarà conosciuta come la Cometa di Halley.
    (Fine Agosto) Iancu de Hunedoara muore assassinato a Belgrado.
    (6 Settembre) Dracula, nuovo principe di Valacchia, duca di Amlas e Fagaras e cavaliere dell'Ordine del Drago giura fedeltà alla causa cristiana. Uno dei primi provvedimenti presi dal nuovo voivoda è lo sterminio dei nobili che giurarono fedeltà a Vladislav II; finiranno tutti impalati nel cortile del palazzo reale di Tirgoviste, sorte che toccherà tre anni più tardi ai cittadini ribelli della città transilvana di Brasov. A questo periodo di regno, il più lungo, risale anche la ricostruzione del castello di Curtea de Arges, quello che diventerà il famoso "Castel Dracula" citato nel celebre romanzo di Stoker (incautamente spostato nel nord della Transilvania, nei pressi di Bistrita). Le pietre per la ricostruzione della fortezza verranno trasportate a mano dai boiari infedeli.

    1457
    Dracula invade la Transilvania saccheggiando la regione di Sibiu probabilmente per scovare il fratellastro Vlad il Monaco, anch'egli pretendente al trono valacco, e per vendicare la morte del padre.
    Il cugino di Dracula, Stefan III il Grande, riprende possesso - con l'indispensabile aiuto di Vlad III - delle sue terre e ritorna ad essere principe di Moldavia.
    Muore Ladislao Postumo, re d'Ungheria.

    1458
    Matyas Corvin, figlio di Iancu de Hunedoara, viene eletto re d'Ungheria e quindi signore di Transilvania. Il nuovo monarca aumenta le sanzioni imposte ai mercanti e ai nobili valacchi, ciò non fa che aumentare l'odio di Dracula nei confronti della Transilvania, già macchiatasi dell'assassinio del padre Vlad II e del fratello Mircea.

    1459
    (2 Aprile) Dracula, stanco di sopportare le pesanti punizioni di Matyas, invade la città transilvana di Brasov profanandone la chiesa e impalando gran parte dei cittadini e dei nobili sulla collina di Timpa. E' in questa occasione che Dracula mangia fra i cadaveri impalati. A partire da questo momento Vlad III Dracula della potente dinastia dei Basarab verrà nominato "Tepes", impalatore.
    (Settembre) In un documento ufficiale firmato da Dracula viene nominata per la prima volta la città di Bucarest.

    1460
    (24 Agosto) Continuano le incursioni punitive di Dracula in Transilvania, ad Amlas vengono impalate 20.000 persone.

    1461
    (Inverno) La Valacchia sfida apertamente con una dichiarazione di guerra l'Impero Ottomano. Vlad Dracula si trasferisce con il suo esercito a Giurgiu.

    1462
    I turchi continuano la loro inarrestabile e violentissima avanzata e la dura resistenza valacca ha bisogno di alleati. Dracula si rivolge al re ungherese Matyas e al cugino Stefan che però non sembrano rivolgere attenzione alle sue richieste di aiuto.
    (Aprile) Matyas incamera illegittimamente la somma inviatagli dal Papa per recarsi in aiuto di Dracula.
    (4 Giugno) Il potente sultano Mehmed II il Conquistatore, alla testa delle sue armate, entra in Valacchia.
    (18 Giugno) Stefan di Moldavia, dopo non aver risposto all'accorato messaggio del cugino al quale aveva giurato fedeltà e al quale deve il trono, prende parte alla guerra schierandosi dalla parte turca.
    (22 Giugno) Stefan di Moldavia, ferito gravemente, si ritira con il suo esercito tornando in patria.
    (Luglio) Dracula cerca di riconquistare la capitale Tirgoviste introducendosi di notte nell'accampamento turco; non riuscendo a scovare il sultano, rifugiatosi altrove, si vede costretto alla ritirata.
    (11 Luglio) L'esercito turco, finito di conquistare la Valacchia, si ritira ad Adrianopoli. Il sultano nomina Radu principe di Valacchia e gli affida il compito di uccidere il fratello. Ora la guerra si trasforma in faida famigliare tra Radu, principe legittimato dal sultano, e Dracula, fuggiasco accompagnato da pochi boiari fedeli.
    (26-28 Luglio) L'esercito turco di Radu subisce alcune sconfitte dal manipolo guidato da Dracula, ma sono perdite di poco conto.
    (Agosto) Inseguito da Radu, dai boiari infedeli, dai turchi e dimenticato dagli ungheresi, Vlad Tepes si vede costretto a rifugiarsi nel suo castello di Curtea de Arges.
    (26 Novembre) Dracula, scappato dal castello sull'Arges e rifugiatosi in Transilvania, viene arrestato dai soldati di re Matyas con l'accusa, costruita su false lettere rivolte alla pietà del sultano turco, di alto tradimento. Il re allestisce "la farsa delle lettere da Rothel" per avere un pretesto per imprigionare il principe valacco, unico testimone del fatto che, pur avendo ricevuto i fondi per la Crociata, non ne ha preso parte.
    (Dicembre) Dracula viene richiuso nella Torre di Salomone del castello ungherese di Visegrad.

    1464
    (Settembre) Matyas Corvin disconosce la nomina turca di Radu come principe a Valacchia e non scegliendo nessun candidato per l'Impero si pone indirettamente dalla parte di Dracula.

    1466
    Vlad Tepes, rimasto vedovo, chiede il consenso di sposarsi con Ilona Szilagy, vicina parente transilvana del re ungherese. Matyas, conscio di essere dalla parte del torto, vede nel matrimonio un modo per riabilitare l'innocente principe valacco, ma pone come condizione che Dracula si converta abbracciando il cristianesimo e dimenticando la fede ortodossa.

    1473
    (Primavera) Stefan di Moldavia, ravvedutosi del suo comportamento, e venuto a conoscenza del progetto di Matyas Corvin di condurre una nuova potente Crociata, attacca Radu scacciandolo dal trono di Valacchia che non passa però a Dracula ma a Basarab III Laiota, potente boiaro valacco.
    Dracula viene definitivamente liberato e nominato comandante della Crociata.

    1474
    Dracula, a capo di un contingente di ungheresi e al fianco di Stefan di Moldavia, di cui ha dimenticato il tradimento, e di Basarab III Laiota, momentaneamente riconosciuto come principe provvisorio di Valacchia, conduce una vittoriosa e cruenta carica contro i turchi di Mehmed II che sono costretti a Vaslui ad arretrare definitivamente dal suolo valacco.

    1475
    (Primavera) Dracula, Stefan e Matyas firmano un patto di alleanza tra Valacchia, Moldavia e Ungheria.

    1476
    (21 Gennaio) Dracula, come ricompensa per le vittorie ottenute, viene ufficialmente riconosciuto come legittimo pretendente al trono valacco occupato da Basarab III, che non vuole cedere il potere nemmeno sotto imposizione regia.
    (25 Luglio) Dracula, Stefan di Moldavia, Stephan Bathory (nuovo comandante ungherese) e Vuc Brancovic decidono in consiglio di iniziare la guerra per spodestare Basarab III Laiota, ovviamente passato dalla parte nemica.
    (8 Novembre) L'esercito di Dracula conquista la capitale Tirgoviste, ma Basarab si rifugia nella più sicura Bucarest.
    (11 Novembre) Dracula, appostato fuori Bucarest, si fa eleggere da tutti i boiari valacchi presenti nuovo voivoda di Valacchia.
    (16 Novembre) L'esercito valacco entra a Bucarest, ma Basarab III scappa in Turchia.
    (26 Novembre) Vlad Dracula viene ufficialmente nominato principe di Valacchia dal Consiglio di Stato e consacrato dal metropolita di Curtea de Arges.
    (Dicembre) Dracula viene avvisato che Basarab III Laiota sta arrivando a Bucarest a capo di un contingente militare turco. Durante la battaglia contro il nemico Dracula muore assassinato probabilmente dallo stesso Basarab III Laiota che ne invia la testa al sultano turco presso la corte di Costantinopoli.

    1477
    (Gennaio) Dracula viene sepolto nel monastero di Snagov, ma i suoi resti non verranno mai ritrovati.


    Questa parte della cronologia è dedicata allo sviluppo del mito di Dracula sia dal punto di vista storico che mitologico. Vi vengono infatti elencate le tappe storiche attraverso le quali si è sviluppata la leggenda di Vlad Dracula a partire dai documenti storici, i libelli diffamatori, i trattati, fino alla sovrapposizione - nel XIX secolo - con la figura del vampiro. Per capire, tappa per tappa, come un principe guerriero realmente vissuto nel XV secolo sia diventato una delle figure più significative dell'immaginario moderno.


    Continua a leggere la cronologia (1477-2004) sul cd-rom Vlad Dracula! >>>
    Copyright © OrdinedelDrago - Tutti i diritti riservati.