English version Scrivici:   vlad@ordinedeldrago.it
Ciao, benvenuto nell'Ordine del Drago!


Eventi




5 giugno - 5 settembre 2004
Centro Kursaal (Sala Tiepolo) - piazza Brescia, 13 - Lido di Jesolo (Ve)


Alla scoperta del mito di DRACULA, visita guidata alla mostra

Domenica 5 settembre 2004 (ore 21.00), in occasione dell'ultimo giorno di apertura della mostra VLAD TEPES: IL MITO DI DRACULA (allestita presso il Centro Kursaal di Lido di Jesolo), l'Associazione Ordine del Drago organizza un incontro interamente dedicato al mito del vampiro più famoso del mondo: il Conte Dracula.
Attraverso le tappe della visita guidata alla mostra, Enrico Ercole, fondatore dell'Ordine del Drago ed esperto della materia, chiarisce i rapporti tra la figura storica di Vlad Tepes, il vero Dracula vissuto nella Romania del XV secolo, e l'omonimo vampiro inventato dallo scrittore irlandese Bram Stoker nel 1897. Un viaggio tra storia e invenzione letteraria, tra cronaca e leggenda, con approfondimenti dedicati allo sviluppo del mito del vampiro: dal XVIII secolo a oggi. Per scoprire che anche menti illuminate come Papa Benedetto XIV e l'imperatrice Maria Teresa dovettero lottare contro i vampiri nell'Europa del Settecento. Per scoprire perché una contessa ungherese di nome Erzsebet Bathory nel XV secolo fu accusata di vampirismo e perché il mito di Dracula è ancora oggi così ben radicato nell'immaginario comune.
Chi sono i vampiri? Cosa vogliono? Da dove vengono? Come si combattono? Chi fu veramente Dracula? A queste e a tante altre domande risponderanno gli esperti dell'Associazione Ordine del Drago a tutti i visitatori mostrando fotografie, pannelli illustrativi, reperti storici, edizioni rare, manifesti cinematografici, gadget, memorabilia, carte geografiche e tante altre sorprese.

La mostra Vlad Tepes, il mito di Dracula allestita presso la Sala Tiepolo del Centro Kursaal di Lido di Jesolo dal 5 giugno al 5 settembre 2004 propone un viaggio mediatico all'interno del mito di Dracula, con approfondimenti dedicati sia al personaggio storico, meglio noto come Vlad L'Impalatore, sia al conte vampiro protagonista dell'omonimo romanzo scritto da Bram Stoker nel 1897. La mostra, realizzata da Media Free Time, con il sostegno dell'APT di Jesolo e la collaborazione dell'Ordine del Drago, del Museo Nazionale di Storia di Bucarest e dell'Istituto Lombardo per gli Scambi economici-culturali Italoromeni, si compone di diverse sezioni contenenti pannelli informativi (curati dal Prof. Adrian Alexandru Niculescu, docente di Storia e Letteratura Romena dell'Università di Bucarest), teche, manifesti cinematografici, gadget, memorabilia, video, volumi rari, cd-rom e molte altre curiosità.
La mostra illustra anche le superstizioni e le realtà che si nascondono dietro al mito del vampiro e, per certi aspetti, del suo sovrannaturale compagno, il lupo mannaro. Un particolare stadio di una rarissima malattia chiamata porfiria può infatti costringere gli ammalati a fuggire la luce del sole e ad evitare gli odori forti, come quello dell'aglio. Fino ai serial killer soprannominati "vampiri" per la particolare crudeltà riservata nei confronti delle loro vittime.

Mostra realizzata da: Con il sostegno di: Con la collaborazione di:
APT di Jesolo


Dracula: principe e vampiro
Vissuto nella Valacchia (oggi Romania) del XV secolo, Vlad III fu un principe giusto e temibile, un valoroso guerriero che passò alla storia per la crudeltà con cui era solito trattare i suoi nemici, fossero essi turchi o ungheresi, musulmani o cristiani. Fu soprannominato Dracula (cioè "figlio del Drago") dai suoi contemporanei per il giuramento fatto da suo padre Vlad II Dracul all'Ordine del Drago, ma per i suoi sudditi fu solo il "figlio del Demonio" ("Drac" in romeno significa diavolo). Combatté i turchi sulle rive del Danubio e difese il proprio feudo dalle mire del re d'Ungheria Mattia Corvino, che per questo lo tenne prigioniero per dodici anni nel suo castello di Visegrad. Fu voivoda di Valacchia una prima volta nel 1448, poi dal 1456 al 1462 e, infine, ancora per un breve periodo nel 1476, anno della sua morte. Si calcola che fece impalare più di 100.000 persone. La sua tomba, nel monastero di Snagov, alle porte di Bucarest, è stata trovata vuota. Oggi la sua leggenda, arrivata fino a noi grazie ad una serie di libelli diffamatori pubblicati in Germania e in Russia, è ancora viva. Ogni anno, infatti, migliaia di turisti percorrono in lungo e in largo i luoghi che furono teatro delle sue gesta: Sighisoara (la città transilvana in cui nacque nel 1431), Tirgoviste (capitale della Valacchia), Curtea de Arges (località dove si trovano le rovine del suo mitico castello), Brasov (dove ricoprì di cadaveri impalati un'intera collina), Bucarest (da lui fondata e fortificata) e Snagov (monastero che sorge su un isolotto al centro di un lago e che custodisce quella che viene comunemente ritenuta la sua tomba).
Fin qui la storia. Ma il nome di Dracula è legato anche ad uno dei personaggi più inquietanti del nostro immaginario: il vampiro. Creato dallo scrittore irlandese Bram Stoker nel 1897, il Conte Dracula (che si ispira nel nome proprio al personaggio storico) è un vampiro crudele e assetato di sangue che parte dal suo castello in Transilvania alla volta della civilizzata Inghilterra per diffondere il suo male e cibarsi di sangue umano. Un vampiro, dunque, che riunisce in sé le caratteristiche più note di questi esseri notturni su cui tanto si è scritto e a cui il cinema ha dedicato tanto spazio. Christopher Lee, Bela Lugosi e Klaus Kinski sono solo alcuni dei grandi attori che si cimentarono con il difficile ruolo del Conte Dracula. Fino ad arrivare alla televisione, ai fumetti e perfino ai videogames.
A questo straordinario personaggio, nella cui storia convivono cronaca e leggenda, cultura e superstizione, è dedicata questa mostra. Grazie al contributo dell'Ordine del Drago si potranno ammirare manifesti cinematografici, gadget provenienti dalla Transilvania e una ricca collezione di edizioni del romanzo di Stoker: dalle prime edizioni italiane a quelle straniere (compresa quella russa in cirillico), fino ad una rara edizione in Braille per non vedenti. Sarà inoltre possibile consultare (e acquistare) il cd-rom realizzato dall'Associazione proprio sulla storia di Vlad Dracula. Presso lo shop saranno messe in vendita libri, cataloghi, orologi, fumetti e tante altre curiosità.



Vlad Tepes, il mito di Dracula

Quando
Dal 5 giugno al 5 settembre 2004

Dove
Sala Tiepolo del Centro Kursaal - piazza Brescia, 13 - Lido di Jesolo (Ve)

Orario
Tutti i giorni, dalle 19.00 alle 24.00

Ingresso
€ 4,00 - gratuito per i bambini fino a 10 anni

Per informazioni
APT di Jesolo 0421.370601
Biglietteria 348.4430937
Ufficio stampa Media Free Time 348.9000276
vlad@ordinedeldrago.it
mediaro@libero.it




Copyright © OrdinedelDrago - Tutti i diritti riservati.