English version Scrivici:   vlad@ordinedeldrago.it
Ciao, benvenuto nell'Ordine del Drago!


 


informazioni, novità, recensioni, cultura, articoli, attualità, storia

Numeri arretrati >>>

Numero 17 - Giugno 2006

FINALMENTE!
di Enrico Ercole



Cominciamo subito col dire che "DRACULA - La vera storia di Vlad III l'Impalatore" di Matei Cazacu, appena pubblicato da Mondadori, è forse la biografia di Dracula più completa e documentata mai pubblicata in Italia fino a oggi. Infatti, ben poco si è letto di originale e attendibile dopo la ripubblicazione dell'ultima versione degli studi di McNally e Florescu per i tipi della Piemme (Storia e Mistero del Conte Dracula, 1996).
Archivista paleografico, dottore in Storia, specializzato in storia romena e bizantina, Cazacu ha cominciato a interessarsi alla figura storica di Vlad Tepes quando era ancora un giovane studente. La sua competenza sull'argomento gli deriva in parte dall'aver preso parte alle spedizioni romene e ungheresi che Florescu e McNally organizzarono agli inizi degli anni Settanta per raccogliere informazioni e documenti sul mito di Dracula. Rispetto ai due professori, Cazacu - molto più giovane e determinato - ha avuto il merito di continuare le ricerche, senza mai fermarsi. Questo libro ne è il risultato.
Il saggio è diviso in due parti ben distinte. La prima, certo la più meritevole, prende in esame la vicenda biografica di Vlad, partendo dalla nascita per arrivare alla morte. Ciò che discosta il percorso biografico tracciato da Cazacu dalle opere precedenti è la documentazione a cui fa continuamente riferimento. Da storico attento e competente qual è, l'autore non afferma mai nulla senza confutarlo con le trascrizioni dei documenti a cui fa riferimento. Laddove non esistono documenti in grado di gettare luce sui periodi più bui di Dracula (prigionia giovanile in Turchia, prigionia a Visegrad e morte) Cazacu si limita onestamente a riportare testimonianze coeve e pertinenti. Nel caso del soggiorno giovanile presso la corte di Murad II a Egrigoz, ad esempio, Cazacu riporta interessanti testimonianze dell'epoca che ci chiariscono come venivano trattati i giovani nobili "ospiti" presso la fortezza. Non una congettura priva di fondamento sul trattamento riservato a Dracula e a Radu nello specifico. Interessantissimi anche i capitoli posti a contorno, soprattutto quello dedicato ai discendenti di Dracula.
La seconda parte del romanzo è invece dedicata al mito di Dracula. Qui Cazacu commette l'errore di volersi distinguere a tutti i costi per originalità: si sforza di dimostrare che Stoker avrebbe "copiato" la trama del suo romanzo da "Il Capitan Vampiro" (1879) della scrittrice belga Marie Nizet, un pasticcio narrativo che in realtà ha ben poco a che spartire con il romanzo dello scrittore irlandese. Insostituibile, invece, il capitolo dedicato al mito del vampiro in Romania. Insomma, un libro che non deve assolutamente mancare sugli scaffali della libreria di qualsiasi appassionato dell'argomento. Peccato solo che la Mondadori ce lo offra in una versione piena di refusi.

Matei Cazacu
DRACULA - La vera storia di Vlad III l'Impalatore
Mondadori - Oscar Storia
356 pag.
10,40 Euro


Copyright © OrdinedelDrago - Tutti i diritti riservati.